Features, snippets, outtakes

Come è possibile il terrorismo? Attraverso quali meccanismi psicologici è possibile uccidere decine e decine di persone continuando a percepirsi come persone degne e rispettabili? Leggi la mia analisi qui nell’articolo intitolato Terrorismo e diritti umani, ovvero come uccidere il tuo nemico senza problemi, incluso nel volume Terrorismo e dignità umana, pubblicato da Immagina Editore, Caserta. Perché uccidere è possibile se sono innescati i “giusti” meccanismi psicologici.

Molte leggende circondano la crudele setta medievale degli Assassini. Una di queste riguarda l’etimologia del nome che, secondo alcuni, rimanderebbe all’uso di hashish, sostanza a cui i membri della setta avrebbero fatto ricorso per meglio compiere i loro omicidi. Quanta verità c’è in questa ipotesi? Ed è vero che l’hashish può trasformare una persona in un omicida? Un mio breve articolo sulla questione.

 

Che cos’è l’ageismo? Chi ha inventato il termine? Qual è il suo significato nella società contemporanea? In questo testo di 25 pagine, la traduzione inedita del fondamentale articolo di Robert N. Butler che, nel 1969, ha lanciato il termine nelle scienze sociali, preceduta da una mia introduzione che ricostruisce le vicende di quella che potrebbe essere la più diffusa forma di discriminazione dei prossimi anni. In appendice la traduzione di una intervista a Maggie Kuhn, fondatrice delle Pantere Grigie.

William I. Thomas

 

William I. Thomas (1863-1947) è unanimemente considerato uno dei principali sociologi ad aver contribuito al lessico delle scienze sociali. Presento qui due dei suoi più noti concetti – il Teorema di Thomas e il concetto di disorganizzazione sociale – nella mia traduzione dei brani delle opere da cui essi provengono. Una proposta interessante per chi è abituato a studiare i concetti della sociologia in astratto, facendo a meno dei testi originari e concentrandosi solo sulle definizioni.

 

 

CIAIl terribile Human Resource Exploitation Training Manual (Manuale di Addestramento per l’Utilizzo delle Risorse Umane) è un documento riservato della CIA, datato 1983, poi desecretato dalla NSA. In esso troverete alcune delle tecniche di interrogatorio per le quali la CIA è diventata famosa, finalmente descritte e rese pubbliche. Un MUST per chi vuole capire come funziona ancora oggi il mondo al di là delle parole di orpello dei nostri governanti. Traduzione mia.

 

In questo articolo, intitolato Cospirazioni e trame segrete. Cause, motivazioni e limiti delle paranoie sociali, prendo in esame la ragione per cui la gente crede nelle cospirazioni e perché esse hanno tanto successo. L’articolo è stato pubblicato sul  n. 46 di Scienza & Paranormale, la rivista del CICAP,  nel Novembre/Dicembre 2002. A distanza di 10 anni, mantiene tutta la sua attualità. Anzi, come dimostra il caso del Codice Da Vinci di Dan Brown, le cospirazioni hanno guadagnato un successo ancora più grande presso il pubblico negli ultimi anni. A tal punto che scorgiamo trame e complotti dietro qualsiasi cosa accade nel mondo. Monti è forse un alieno? L’euro è una subdola manovra per schiavizzarci tutti? L’Unione Europea è un comitato per il dominio del mondo? Se avete risposto sì ad almeno una di queste domande, questo articolo fa per voi.

Gilbert_Keith_ChestertonQuesto breve testo dello scrittore inglese Gilbert Keith Chesterton, intitolato “L’errore medico”, è un importante monito per chi tende a interpretare i fatti del mondo secondo metafore biologiche. Pensate a espressioni come “Gli americani sono un popolo giovane” oppure “Gli immigrati africani finiranno con lo spodestare i vecchi europei” o ancora “Questa canzone è sempre verde”. Si tratta di metafore talmente comuni che non ci facciamo quasi più caso. Eppure producono dei danni enormi di cui spesso non sappiamo valutare le proporzioni. Il testo è ricavato da What’s Wrong with the World, raccolta di riflessioni che Chesterton pubblicò nel 1910. La traduzione è mia. Consigliato soprattutto a sociologi, antropologi e psicologi.

profanityQuesto che vi propongo in pdf è il capitolo “Sull’origine del turpiloquio e della bestemmia” che doveva essere originariamente compreso nel mio libro Turpia, ma che fu successivamente espunto. Il capitolo offre alcune interessanti riflessioni sull’origine del turpiloquio e della bestemmia con excursus nella letteratura, nella Bibbia, nell’antropologia, nella psicologia, nelle scienze umane. Un testo – spero – originale e provocatorio che consiglio anche a chi non ha letto il mio libro.

 

John Langdon Down

John Langdon Down

La mia traduzione di “Observations on an Ethnic Classification of Idiots” di John Langdon Down, il testo che ha coniato il termine “mongolo”, facendo nascere una nuova categoria di disabili devianti. Un esempio paradigmatico di come le categorie possano essere create a tavolino, avere successo e decidere del modo di vedere e trattare le persone. Con esiti non sempre positivi. Un testo seminale sia da un punto di vista medico, sia da un punto di vista sociologico e criminologico.

 

 

 

DeathLa mia traduzione in PDF di un testo fondamentale, ancorché breve, del pensiero antropologico contemporaneo: La pornografia della morte di Geoffrey Gorer del 1955. Un testo che ci fa capire perché oggi il vero tabù non sia più il sesso ma la morte. A dispetto di quanto pensano moralisti e bacchettoni.

 

 

 

 

Jack_the_ripperChi fu il primo profiler della storia moderna? Probabilmente il medico britannico Thomas Bond (1841-1901) che, nel 1888, tracciò una brillante descrizione di Jack lo Squartatore. Come è noto non servì a molto, perché Jack non fu mai catturato. Resta il fatto che il suo profilo è entrato a buon diritto nella storia della criminologia. Ecco qui la mia traduzione in italiano.

 

 

 

mark-twain-by-RicNel 1879, secondo la leggenda, Mark Twain pronunciò un irriverente discorso in pubblico sull’onanismo. Al tempo, parlare di masturbazione al cospetto di persone non era esattamente una attività popolare. Twain lo fece con la sua verve ironica  e divertente che siamo abituati a conoscere. Sono poche paginette. Le ho tradotte qui in italiano con il testo originale a seguire. Spero che le troverete divertenti.

 

 

Edgar-BérillonLa propaganda di guerra ha sempre tentato di “inferiorizzare” il nemico descrivendolo come un animale che non ha nulla di umano. Il medico francese Edgar Bérillon inventò i termini “bromidrosi fetida” e “polichessia” per screditare i nemici tedeschi, accusati di puzzare e cacare troppo. Con Bérillon, dunque, l’odore e gli escrementi diventano armi di propaganda, ammantate di una terminologia scientifica altisonante che nasconde lo sciovinismo dietro l’apparente neutralità del verbo medico. Ecco alcune mie riflessioni sul tema.

 

 

Nel 1863, lo scrittore William Thackeray pubblica un breve articolo paradossale dal titolo On Being Found Out. Il testo è una critica della trasparenza a ogni costo, dell’imperativo  del candore e della onestà per tutti ed evidenzia le conseguenze che “essere scoperti”, “essere smascherati” sempre e comunque avrebbe sulla società umana. Un testo estremamente attuale per noi che viviamo in quella che il filosofo Byung-Chul Han definisce la Società della trasparenza, una società che aborre il segreto e la sfera privata, ma che si regge sull’ipocrisia e la menzogna come non mai.  Qui la mia traduzione del testo di Thackeray con una breve introduzione.

Clicca pure!Digg thisShare on Facebook0Share on Google+0Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

3 risposte a Features, snippets, outtakes

  1. Pingback: Contro la trasparenza a ogni costo | romolo capuano

  2. Pingback: I pensieri sull'onanismo di Twain | romolo capuano

  3. Pingback: Una curiosa teoria sull'origine del turpiloquio | romolo capuano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *