Archivi categoria: Turpiloquio

Parolacce, eufemismi e disfemismi

In un’epoca come la nostra in cui il turpiloquio è diventato mezzo di persuasione di massa a livello politico e quotidiano, perché percepito come indicatore di autenticità e di veridicità, quasi che chi inveisce e dice parolacce non possa per … Continua a leggere

Pubblicato in Turpiloquio | Contrassegnato | Lascia un commento

Persuadere attraverso il turpiloquio

In tempi di campagna elettorale, molti si chiedono: perché candidati scurrili e sboccati vengono eletti? Che cosa induce un elettore a scegliere un candidato nonostante la propensione di quest’ultimo a offendere e dire parolacce? La volgarità è attraente? Le psicologhe … Continua a leggere

Pubblicato in Turpiloquio | Lascia un commento

Il popolo dell’inferno (un altro)

A metà del tredicesimo secolo, un monaco inglese di nome Matthew Paris annotava: Il detestabile popolo di Satana, vale a dire, un numero infinito di tartari, fece irruzione dalla sua regione stretta tra le montagne e difesa dalle rocce, come … Continua a leggere

Pubblicato in Turpiloquio | Lascia un commento

Scherzi della Cassazione

È di due giorni fa la notizia che la Cassazione ha stabilito che il termine “omosessuale”, utilizzato da un uomo nei confronti di un altro uomo eterosessuale, da questi denunciato per diffamazione, non è più considerabile “lesivo della reputazione del … Continua a leggere

Pubblicato in Turpiloquio | Contrassegnato | Lascia un commento

Le parole per ferire… i disabili

Nel recente, piccolo saggio di Tullio De Mauro, “Le parole per ferire”, pubblicato sull’Internazionale, viene proposta una mappa delle hate words in Italia, cioè delle parole adoperate per offendere l’altro, questione non banale su cui sia il Consiglio d’Europa sia … Continua a leggere

Pubblicato in Turpiloquio | Contrassegnato , | Lascia un commento

Che cosa è la “lalochezia”

In un post precedente, ho citato una ricerca che mostra che imprecare per dare rilievo a una affermazione può incrementare la persuasività di un argomento. Altre ricerche, condotte da Richard Stephens e illustrate nel libro Cattivi è meglio. I vantaggi … Continua a leggere

Pubblicato in Turpiloquio | Lascia un commento

Imprecare aiuta a essere più persuasivi?

Perché politici come Bossi, Salvini e Grillo hanno successo? Una risposta potrebbe essere: perché imprecano. Lo proverebbe una ricerca condotta da Cory R. Scherer e Brad J. Sagarin della Northern Illinois University, intitolata “Indecent influence: The positive effects of obscenity … Continua a leggere

Pubblicato in Turpiloquio | 1 commento

La blasfemia negli Stati Uniti

Fino a poco tempo fa in Italia, turpiloquio e bestemmia erano comportamenti criminali, sanzionati da norme del codice penale: solo recentemente il primo è stato abrogato, e la seconda è stata depenalizzata in linea con una tendenza che, nel corso del … Continua a leggere

Pubblicato in Turpiloquio | Lascia un commento

Quei tweet dell’odio

Interessante ricerca quella realizzata da Vox – Osservatorio italiano sui diritti in collaborazione con le Università di Milano, Bari e Roma. Attraverso una metodologia innovativa e sette mesi di lavoro, Vox è riuscito, per il secondo anno consecutivo, ad esaminare … Continua a leggere

Pubblicato in Turpiloquio | Lascia un commento

Chi bestemmia di più? L’uomo o la donna?

Nel mio libro Turpia. Sociologia del turpiloquio e della bestemmia, osservavo come sia possibile tracciare, nel tempo, le coordinate sociologiche di chi bestemmia, come, quando e dove. Ad esempio, una delle acquisizioni più note, ma per nulla scontate, della ricerca … Continua a leggere

Pubblicato in Turpiloquio | Lascia un commento